Come implementare il Modello 231

La guida spiega quali sono i “contenuti necessari” del modello organizzativo 231 ed illustra, attraverso esempi concreti, la modalità secondo cui trasformare i contenuti in documenti: procedure aziendali, valutazione dei rischi reato, elenco dei reati presupposto, Organismo di Vigilanza, Codice Etico, segnalazioni ed altro.

Le pagine sono di facile comprensione grazie alla presenza di schemi illustrativi e tabelle riepilogative di dati che facilitano la consapevolezza del lettore e il lavoro di sviluppo del progetto.

Details

Epidemia da COVID-19 e Regolamento OdV

Riunioni OdV 231 e COVID-19

Uniformandosi alle restrizioni governative le riunioni OdV, come indicato nel Kit documentale 231 di Winple Italia al punto 3.7 del Regolamento ODV-03, possono tenersi, oltre che dal vivo, anche mediante mezzi di
telecomunicazione con intervenuti dislocati in più luoghi.

È d’uopo però attenersi al corretto espletamento dei principi che regolano la convocazione e alle regole che determinano la validità della riunione.

Details

Epidemia da COVID-19 e Modelli 231

Epidemia da COVID-19 e Modelli 231

L’articolo 6 del D. Lgs231/01” Soggetti in posizione apicale e modelli di organizzazione dell’ente” al punto b recita che il compito di vigilare sul funzionamento e l’osservanza dei modelli, di curare il loro aggiornamento è affidato a un organismo dell’ente dotato di autonomi poteri di iniziativa e di controllo.

L’epidemia covid-19 ha ampliato la fattibilità di commissione di illeciti già contemplati nel Modello 231 con conseguente possibile responsabilità amministrativa degli enti.

Details

Formazione: requisito essenziale per la corretta attuazione del Modello D.Lgs. 231/01

Culpa in vigilando e culpa in educando

Il D.Lgs 231/01 prevede che l’ente sia responsabile sia dei comportamenti posti in essere dai soggetti apicali che dei comportamenti posti in essere dai soggetti ad essi subordinati, con differenti configurazioni della responsabilità dell’ente stesso a seconda che si tratti di condotte riconducibili agli uni o agli altri.

In particolare, con riferimento ai reati commessi dai soggetti subordinati agli apicali, si è soliti parlare di “culpa in vigilando”: l’ente risponde in quanto la commissione del reato è stata possibile in seguito all’inosservanza degli obblighi di direzione e vigilanza dei vertici aziendali.

Details