WINPLE-CALCOLO-SCORE-UNI-PDR-125-PARITA-GENERE

Software gratuito calcolo SCORE – Certificazione UNI/PdR 125:2022

Software gratuito calcolo SCORE – Certificazione UNI/PdR 125:2022

Score PdR 125 è un’applicazione realizzata in Excel per verificare, agevolmente, il punteggio della propria organizzazione in relazione agli indicatori stabiliti dalla prassi nelle varie aree.

L’applicazione, per ciascuna area di indicatori previsti dalla PdR 125, predispone una serie di requisiti da verificare attraverso un semplice campo “si-no”.

Scarica gratuitamente l’applicazione ed ottieni un coupon sconto del valore di 10€ da utilizzare subito, valido per tutti i prodotti winple

check-list-iso-37001-pro

Check List Gratuita – ISO 37001:2016 – Verifica conformità e adeguatezza controlli

Check List ISO 37001 per la verifica della conformità e la valutazione dell’adeguatezza dei controlli di prevenzione.

Per l’audit relativo alla prevenzione della corruzione le operazioni di indagine da compiere sono due: la prima è intesa a verificare la rispondenza del sistema ai requisiti della Norma, la seconda, invece, mira a valutare l’adeguatezza dei controlli di prevenzione che la norma indica espressamente al punto 8. Scarica le due check list gratuite.

box-redazionale-uni-125

Come progettare un sistema di gestione per la Parità di Genere | UNI/PdR 125:2022

Come progettare un sistema di gestione per la Parità di Genere | UNI/PdR 125:2022

La certificazione inerente alla Parità di Genere UNI PdR 125:2022 è un traguardo imprescindibile per le imprese che intendono fare affari negli ambiti e nei settori in cui sono stati resi disponibili i fondi del PNRR.

La certificazione infatti permette di riconoscere all’azienda il possesso dei requisiti di cultura e di governance, relativi alla parità di genere, che d’ora innanzi dovranno rincorrere e possedere tutte le organizzazioni in relazione a quanto definisce l’Unione Europea nel documento “Una Unione dell’uguaglianza: la strategia per la parità di genere 2020-2025”, nel quale si inseriscono gli obiettivi politici e le azioni chiave per raggiungere la parità di genere entro il 2025.

procedure-iso-37001-pro-aggiornato-2022

Disponibile nuova versione Procedure ISO 37001 PRO

DA OGGI DISPONIBILE
Procedure ISO 37001 PRO

Versione aggiornata del Kit Documentale completo per l’implementazione di Sistemi di Gestione per la Prevenzione della Corruzione con : Moduli per il calcolo automatico del rischio corruzione – Moduli automatici per la pianificazione della prevenzione – Analisi degli scenari di rischio corruzione – Calcolo automatico degli indici di conformità, idoneità, adeguatezza ed efficacia – Modello predittivo del rischio per le decisioni – Moduli automatici per monitoraggio e valutazione prestazioni – Analisi della dispersione del sistema di gestione – Calcolo automatico dell’indice di efficacia dei controlli di prevenzione – Analisi del rischio corruzione PRE e POST controlli di prevenzione

DECRETO LEGISLATIVO N.156 DEL 4 OTTOBRE 2022 ATTUAZIONE DELLA DIRETTIVA (UE) 2017/1371 DECRETO LEGISLATIVO N.150 DEL 10 OTTOBRE 2022 ATTUAZIONE DELLA LEGGE 27 SETTEMBRE 2021 N. 134

D.Lgs. 231/01 | Direttiva Europea 2017/1371 e attuazione L. 134 del 27 Settembre 2021

Novità D.Lgs. 231/01 – Aggiornamento 24 Ottobre 2022

D.Lgs. n. 156 del 4 Ottobre 2022
Disposizioni correttive e integrative del decreto legislativo 14 luglio 2020, n. 75, di attuazione della direttiva (UE) 2017/1371, relativa alla lotta contro la frode che lede gli interessi finanziari dell’Unione mediante il diritto penale.

D.Lgs. n. 150 del 10 Ottobre 2022
Attuazione della legge 27 settembre 2021, n. 134, recante delega al Governo per l’efficienza del processo penale, nonché in materia di giustizia riparativa e disposizioni per la celere definizione dei procedimenti giudiziari

Prossima Uscita ISO 37001 20220

Prossima uscita nuova versione Procedure ISO 37001:2016

PROSSIMA USCITA
Procedure ISO 37001:2016 v2.0

Una versione completamente trasformata. Uno strumento potente e preciso per la gestione della prevenzione della corruzione con l’impiego di nuove tecniche semplificate. Una modulistica elettronica ed automatizzata per l’ottenimento di risultati specifici. Un vero e proprio modello predittivo al supporto delle decisioni e calcolo dei rischi.

decreto-cartabia-dlgs-231

Il Modello D.Lgs. 231/01 entra nella Riforma Cartabia

D.Lgs 231/01 I Modifiche apportate al Codice Penale dal Decreto Cartabia

Le modifiche al Codice Penale che coinvolgono gli Artt.640 c.p. e 640-ter c.p. vanno ad interessare l’Art. 24 “Indebita percezione di erogazioni, truffa in danno dello Stato, di un ente pubblico o dell’Unione europea o per il conseguimento di erogazioni pubbliche, frode informatica in danno dello Stato o di un ente pubblico e frode nelle pubbliche forniture”, l’Art.24-bis “Frode informatica” e l’Art. 25-octies-1 “Delitti in materia di strumenti di pagamento diversi dai contanti” del D.Lgs231/01.

Modello-matematico-rischio-corruzione-iso-37001

ISO 37001:2016 | Sviluppare un modello matematico semplice per la prevenzione del rischio corruzione tra privati

ISO 37001:2016, un modello matematico, per la prevenzione del rischio corruzione tra privati, nella nuova disciplina del D.Lgs. 38 del 15 Marzo 2017.

Nel corso del 2022, l’Europa ha sottolineato la sua intenzione di intensificare la lotta contro la corruzione nel settore privato, in occasione della gestione dei fondi del PNRR.

Sviluppo del Modello, definizione della relazione tra contesto, pericolo e rischi, misurazione del rischio (contesto, soci in affari ed operazioni), valutazione del rischio di corruzione del contesto nei processi di business, valutazione del rischio di corruzione proveniente dai soci in affari, attuazione del controllo di conformità, idoneità ed adeguatezza, attuazione di azioni ed obiettivi della pianificazione, correzione del modello a scopo previsionale.

SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE ISO 14001:2015

Come affrontare il problema della riduzione delle emissioni attraverso l’impiego del sistema di gestione ambientale ISO 14001:2015.

Come affrontare il problema della riduzione delle emissioni attraverso l’impiego del sistema di gestione ambientale ISO 14001:2015.

Il piano per la transazione ecologica impone la riduzione delle emissioni in atmosfera.

Con l’approvazione del Piano per la transizione ecologica, da parte del CITE (Comitato interministeriale per la transizione ecologica), pubblicata in data 15/06/22 in Gazzetta Ufficiale, tutte le imprese che emettono biossido di zolfo (S02), ossidi di azoto (NOX), composti organici volatili non metanici (COVNM), ammoniaca (NH3) e particolato fine (PM2,5) devono ridurre le emissioni in atmosfera in riferimento alle sostanze indicate.

Questo articolo spiega come affrontare, all’interno del sistema ISO 14001:2015, la riduzione delle emissioni in regime di ISO 14001:2015.

D.Lgs. 231/01 | Introduzione nuovi reati presupposto in tema di tutela del patrimonio culturale

Legge n. 22 del 09 Marzo 2022

Disposizioni in materia di reati contro il patrimonio culturale”

La Legge ha inserito nel Codice penale, dopo il titolo VIII del libro secondo, il titolo VIII-bis “DEI DELITTI CONTRO IL PATRIMONIO CULTURALE” per la tutela e nella protezione del patrimonio culturale e nella lotta al traffico illecito di opere d’arte.

Il titolo VIII-bis è composto da 17 nuovi articoli, con i quali si puniscono i delitti che abbiano ad oggetto i beni culturali.

quadro-prestazionale-ambientale

Definire il quadro prestazionale nel sistema di gestione ambientale

Definire il quadro prestazionale nel Sistema di Gestione Ambientale ISO 14001:2015.

Le prestazioni del sistema di gestione ambientale non sono frutto delle decisioni che il management assume a seguito dell’analisi del contesto e dello sviluppo della pianificazione ma sono il risultato dell’impostazione data al sistema ambientale nei suoi componenti costitutivi come:

Lo scopo del sistema
I risultati attesi
Gli obiettivi ambientali

Nell’articolo seguente, illustriamo le modalità con cui le prestazioni da monitorare, misurare, analizzare e valutare, secondo il punto 9 della 14001, sono intimamente connesse agli elementi costitutivi del sistema, tali da risultare, nella loro natura, già abbastanza evidenti all’occhio dell’esperto che sviluppa il sistema di gestione già in fase di pianificazione.

Banner convenzioni

Convenzioni nazionali

Parte la campagna di promozione delle convenzioni tra gli iscritti agli ordini professionali e associazioni di categoria con WINPLE per l’accesso ai prodotti e servizi a condizioni agevolate.

Sconti fino al 20% su tutti i kit documentali Winple disponibili
Accesso alle certificazioni di competenza con sconti fino al 25% con rilascio attestazioni valide su tutto il territorio nazionale, valide per l’incremento di punteggio tecnico in fase di gara d’appalto o offerte da parte dei consulenti/associati all’ordine professionale convenzionato.

Le convenzioni possono essere richieste anche dai singoli iscritti. Winple – ricevuta la manifestazione di interesse – proporrà prontamente la convenzione agli organi direttivi.

DL-13-250222

D.Lgs. 231 | Misure urgenti per il contrasto alle frodi e per la sicurezza nei luoghi di lavoro in materia edilizia

Decreto Legge n. 13 del 25 Febbraio 2022

Misure urgenti per il contrasto alle frodi e per la sicurezza nei luoghi di lavoro in materia edilizia, nonché’ sull’elettricità prodotta da impianti da fonti rinnovabili.

Con l’Art. 2 “Misure  sanzionatorie  contro  le  frodi  in  materia  di  erogazioni pubbliche” del DL n.13 del 25 febbraio 2022 sono state apportate modifiche alle rubriche e ai contenuti degli Articoli di codice penale 316-bis e 316-ter e al contenuto dell’Art. 640-bis c.p.

Queste modifiche, nell’ambito del D.Lgs. 231/01, vanno ad interessare l’Art. 24 “Indebita percezione di erogazioni, truffa in danno dello stato o di un ente pubblico o dell’Unione Europea per il conseguimento di erogazioni pubbliche e frode informatica in danno dello stato o di un ente pubblico e frode nelle pubbliche forniture”.

ISO-14001-diapositiva-corso-39

Corso di formazione | Sviluppare un sistema ISO 14001:2015

Il corso, concepito in dieci lezioni, fornisce dapprima una visione completa di tutto il sistema di gestione ambientale nei suoi elementi fondamentali: Fattori di contesto, Rischi, Azioni, processi e miglioramento dei processi. Successivamente illustra come sviluppare, conformemente alla ISO 14001:2015, tutte le parti del sistema attraverso le procedure e le relative informazioni documentate.

Il corso rappresenta un’ottima opportunità per consulenti ed imprese e le sue indicazioni, tracciano un percorso che fornisce un supporto pratico e chiaro su come affrontare il lavoro, dall’inizio dello sviluppo dei documenti, fino al funzionamento del sistema di gestione che potrà essere sottoposto all’audit, dell’organismo di certificazione, per il rilascio della relativa certificazione ambientale